Azienda Agricola

AZIENDA AGRICOLA

L’azienda Fronte Mura si trova nel Comune di Bergamo di fronte a Città Alta, l’antico borgo storico della città. Immersa nel Parco dei Colli, si propone quale osservatorio privilegiato offrendo una magnifica vista delle imponenti mura medievali, degli antichi palazzi e campanili.

I vigneti terrazzati che circondano la cantina sono localizzati in zona collinare con fortissime pendenze su terreni marnoso-calcarei dal colore candido chiamato “sass de la luna”, ideale par la produzione di vini dagli sviluppati profumi e aromi.

Il microclima unico, dato dalle fredde correnti d’aria che di notte convergono dalle Alpi Orobiche associato al calore del sole che di giorno riscalda la vigna, è responsabile di forti sbalzi di temperatura. L'escursione termica giorno/notte favorisce la formazione dei precursori aromatici nel grappolo, arricchendo considerevolmente il corredo degli aromi varietali, condizione indispensabile per la produzione di vini di pregio.

La cantina costruita secondo importanti criteri di architettura ecocompatibile, soddisfa entrambe le condizioni del rispetto dell’ambiente e della qualità della produzione.

Interamente interrata e costruita con l’ultimo stato dell’arte a disposizione, la cantina ha un impatto ambientale quasi nullo grazie anche all’utilizzo di sistemi di fitodepurazione delle acque, di pannelli fotovoltaici e di condizionamento naturale.

La qualità della produzione è garantita dal ricorso all’agricoltura biologica che permette di mantenere la ricchezza e l’integrità dei frutti evitando l’utilizzo di prodotti di sintesi e di pesticidi che immancabilmente si ritroverebbero nel prodotto finale. Siamo convinti che un prodotto eccellente deve esserlo fino in fondo, soprattutto per quanto riguarda la salute del consumatore.

L’impostazione iniziale e la seguente gestione di tutte le attività produttive è stata affidata ad esperti e riconosciuti professionisti del settore. Tutte le persone coinvolte nel progetto lavorano con competenza e passione sotto la loro supervisione oltre che della proprietà.

LA RICERCA
La nostra azienda è in stretto contatto e collabora con l’Università di Milano su progetti di ricerca. In particolare la selezione clonale permetterà di migliorare sempre più le conoscenze sui nostri vitigni e sul comportamento di essi nel nostro ambiente pedoclimatico. Tutto questo comporterà una ricaduta sulla qualità delle uve e pertanto del prodotto finale.

LE VIGNE
Gli antichissimi terrazzamenti coltivati a vite si trovano in una delle zone più vocate alla viticoltura della bergamasca per esposizione e composizione del terreno. Situati ad un’altezza media di 300 m.s.l.m. formano un magnifico anfiteatro che va da sud-est a sud-ovest proprio di fronte a Città Alta, l’antico borgo storico di Bergamo, e godono di una ottima luminosità in tutte le ore del giorno.

Il suolo marnoso-calcareo dal colore candido viene chiamato “sass de la luna” proprio perché richiama il suolo lunare. Con il ricorso all’agricoltura biologica il terreno viene arricchito esclusivamente mediante sostanze organiche naturali che migliorano le potenzialità del substrato permettendo alle radici di penetrare in profondità e trovare una maggiore vitalità grazie ad una fertilità equilibrata ed attiva.

I parassiti vengono combattuti mediante l’utilizzo limitato di sostanze naturali quali il rame e lo zolfo nelle loro composizioni più semplici ed incoraggiando la biodiversità. Evitando l’utilizzo di pesticidi, insetticidi e altre sostanze velenose, le nostre vigne sono piene di una molteplicità di insetti che si controllano a vicenda lasciando meno spazio ai parassiti dannosi.

La vite cresce in un suolo ricco di vita e sviluppa una maggiore resistenza alle malattie e di conseguenza ci permette di ottenere uve sane e piene di elementi caratterizzanti che sono il presupposto per ottenere grandi vini.

Una antica vigna di Merlot e Cabernet Sauvignon con età media intorno ai 35 anni è situata nella parte inferiore della collina dove i due vitigni trovano la giusta dose di argilla che permette loro di esprimersi al meglio.

Negli anni 2009 e 2010, dopo un grande lavoro di valorizzazione del territorio con ripristino dei terrazzamenti e la messa in sicurezza degli storici muri a secco, è stato ricostruito il vigneto che per secoli qui veniva coltivato. E’ stato scelto un vitigno autoctono quale il Moscato di Scanzo, espressione del territorio e quindi di valori e di tradizioni antiche e apprezzate proprio in virtù della loro tipicità ed in grado di offrire la possibilità di ottenere grandi prodotti da un punto di vista enologico.

I vigneti sono interamente coltivati a guyot basso e ravvicinato, con densità di 6.000 ceppi per ettaro, quindi con rese estremamente basse. I grandi vini nascono nella vigna ed è per questo che viene data grande attenzione al raggiungimento del perfetto equilibrio tra parte vegetativa e parte produttiva della vite con apposite pratiche quali potature, cimature, defogliamenti, diradamento dei grappoli, spuntature, ecc.

Per permettere agli acini di evolvere nel migliore dei modi accumulando le giuste quantità di zuccheri, polifenoli e sostanze aromatiche, verso Luglio, nel periodo dell’invaiatura cioè quando gli acini cominciano a cambiare colore, viene regolarmente praticato il diradamento dei grappoli ossia l’eliminazione di molti di essi. Questo “sacrificio” se da un lato riduce drasticamente la quantità di uva prodotta (1,5 Kg al massimo di uva per ceppo!), dall’altro permette di ottenere una materia prima di eccelsa qualità.

Ci vuole molto coraggio a realizzare questa pratica soprattutto quando si fanno i conti immediati sulla quantità di prodotto distrutto che può raggiungere e anche superare il 50% ai quali bisogna aggiungere il costo dell’operazione.

Ma c’è di più. Oltre al diradamento dei grappoli viene anche effettuata la spuntatura ossia l’eliminazione in alcuni grappoli della parte terminale, quella più lontana dal peduncolo che matura con maggiore difficoltà.

La vendemmia viene effettuata rigorosamente a mano e, per il moscato, nell’arco di più giorni in modo da prelevare i grappoli solo al giusto punto di maturazione. Queste pratiche sono per ovvie ragioni poco diffuse ma possono fornire quel tocco finale che fa la differenza.

LA CANTINA
La  cantina costruita secondo importanti criteri di architettura ecocompatibile, completamente invisibile dall’esterno si snoda nel ventre della montagna.

E’ una struttura funzionale a tutte le operazioni di vinificazione e affinamento dei nostri vini e alla pulizia degli ambienti. Le uve vengono diraspate in superficie ed attraverso speciali botole di carico finiscono direttamente e senza l’utilizzo di pompe nei serbatoi di acciaio sottostanti.

Tutti i serbatoi, sia di vinificazione che di stoccaggio, sono termo-condizionati per una ottimale gestione delle temperature. Utilizziamo una pressa pneumatica per una pressatura soffice che ostacola i danni alle parti dure degli acini ed evita il rilascio di sostanze non desiderate. Impianto di micro-ossigenazione, utilizzo dell’azoto per la saturazione dei serbatoi, scambiatore di calore per il raffreddamento dei mosti sono solo alcuni esempi della nostra avanguardia tecnologica. All’interno della cantina i nostri vini vengono elevati esclusivamente con affinamento in barriques di rovere francese.

La cantina completamente interrata ha un impatto ambientale quasi nullo grazie anche all’utilizzo di sistemi di fitodepurazione delle acque, di pannelli fotovoltaici e di condizionamento naturale.

Ma tutte queste attrezzature non basterebbero da sole a fare un buon vino senza la dedizione con cui viene seguita ogni fase della produzione, all'insegna di un’attenta cura artigianale e dell’intervento tecnologico più raffinato.L'assillo per la perfezione da raggiungere senza scendere mai, per alcun motivo, a compromessi con la qualità. La continua ricerca dell'eccellenza in ogni singolo dettaglio, nel rispetto di una tradizione attenta all'innovazione.

APPASSIMENTO UVE
Per l’appassimento delle uve disponiamo di un apposito fruttaio esposto a sud con possibilità di regolare aerazione ed umidità mediante ampie vetrate scorrevoli e sofisticati sistemi di ventilazione.

Fronte Mura - Azienda Agricola